Uncategorized

DINGIR – Ci siamo quasi! Recensione in anteprima.

Il 31/10 è vicino e i vampiri sono alle porte.

Li inviterete a entrare? O forse non ce ne sarà bisogno…  il mito potrebbe essere molto più reale di quanto sembri. A questo punto è lecito chiedersi: che cosa è leggenda e cosa è realtà?

La mia prima trama quasi del tutto riscritta, arrivata quando capitolare nel romance non era nemmeno nei miei progetti più estremi. E infatti qui mi discosto (ma non troppo) dai miei ultimi romanzi, per affondare i denti in un urban fantasy ambientato prevalentemente in Italia.

Scrive il blog Romance&Fantasy for Cosmopolitan Girls che lo ha recensito in anteprima:

“Primo approccio con quest’autrice italiana e devo ammettere che la prima impressione è stata positiva, anzi una vera sorpresa. Cosa mi ha spinta a leggere a scatola chiusa un libro del quale non conoscevo nulla, neppure lo stile? Vi dirò la verità… Merito della cover; è stato amore a prima vista; la trovo davvero azzeccata.
Dingir non abbraccia un solo genere, ma si tratta di un urban fantasy con influenze tipiche del paranormal romance.
Lo stile di scrittura è un po’ insolito, è solo il secondo libro in tutta la mia “carriera” da lettrice che trovo scritto in seconda persona singolare e devo ammettere che, ai fini della narrazione, questa scelta stilistica si è rivelata davvero vincente; assistiamo all’evolversi della vicenda dalla voce dei due POV principali: quello di Antonia e quello di Stefano, per tutta la durata del libro è come se noi stessi stessimo indossando i panni dei protagonisti. La caratterizzazione dei personaggi, anche di quelli secondari, è ben riuscita; la Petroni approfondisce pregi e difetti della personalità complessa di entrambi, dandoci una parvenza di “umanità” e rendendoli più simili a noi. “